Autocertificazione Generica – Modello da Scaricare

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di autocertificazione generica da compilare e stampare.

Il fac simile di autocertificazione generica editabile è proposto in due formati, DOC e PDF.
Il modulo DOC può essere aperto e modificato in modo molto semplice, utilizzando un programma come Word.

Come Funziona l’Autocertificazione Generica

L’autocertificazione consiste nella possibilità, riconosciuta ai cittadini dal D.P.R. 445/2000, di presentare dichiarazioni firmate al posto dei certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione relativamente a propri stati e requisiti personali.
Si tratta infatti di una dichiarazione, conosciuta anche come dichiarazione sostitutiva di certificazione, che sostituisce determinati certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione senza che ci sia bisogno di presentare, in un momento successivo, il certificato vero e proprio.

I casi in cui è possibile utilizzare l’autocertificazione sono numerosi, è infatti possibile certificare dati come
-Luogo e la data di nascita
Residenza
-Cittadinanza
Stato di famiglia
Titolo di studio.
-Godimento dei diritti civili e politici
-Iscrizione in albi
-Appartenenza a ordini professionali
-Esami sostenuti
-Qualifica professionale
-Situazione reddituali o economica
-Assolvimento di obblighi contributivi
-Possesso e numero del docie fiscale, della Partita IVA e degli altri dati presenti nell’anagrafe tributaria
-Stato di disoccupazione
-Qualità di studente
-Iscrizione presso un’associazione
-Assenza di condanne penali e di provvedimenti relativi all’applicazione di misure di prevensione, di decisioni civili e di provvedimenti fiscali registrati nel casellario giudiziale.
-Assenza dello stato di liquidazione o di fallimento.

L’autocertificazione può essere fatta da
-I cittadini italiani.
-I cittadini di Paesi che fanno parte dell’Unione Europea.
-I cittadini extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, limitatamente ai dati attestabili dalle Pubbliche Amministrazioni.

L’autocertificazione può essere utilizzata nei rapporti con
-Pubbliche Amministrazioni, come enti locali, scuole, prefetture e motorizzazione.
-Le aziende che gestiscono servizi pubblici, come Poste, Enel, Aci e Aziende del Gas.
-I privati che decidono di accettarla
I privati possono infatti decidere di non accettare l’autocertificazione e richiedere la presentazione del certificato rilasciato dalla Pubblica Amministrazione.
Se, invece, un dipendente della Pubblica Amministrazione non accetta l’autocertificazione che viene presentata, commette una violazione dei doveri d’ufficio e può quindi essere sanzionato.

Bisogna ricordare che da gennaio 2012 sono entrate in vigore le nuove disposizioni in materia di certificati e di dichiarazioni sostitutive, di cui all’art. 15 della legge 12 novembre 2011 n. 183. Da questa data i certificati ha solo validità solo nei rapporti tra privati, mentre le Pubbliche Amministrazioni non possono più chiedere o accettare i certificati. Questo significa che i certificati devono essere sempre sostituiti da autocertificazioni.

Il cittadino è responsabile del contenuto dell’autocertificazione.
La Pubblica Amministrazione ha la possibilità di effettuare controlli e verifiche e, in caso di dichiarazioni false, il dichiarante rischia sanzioni penali, oltre che di decadere dai benefici ottenuti con l’autocertificazione in cui sono contenute le dichiarazioni non veritiere.
L’autocertificazione è esente dall’imposta di bollo e non necessita dell’autenticazione della firma.
Nel caso in cui il documento sia inviato tramite posta o fax, bisogna allegare la copia di un documento di identità valido.

I vantaggi dell’autocertificazione sono quindi evidente, permettono di velocizzare i rapporti con la Pubblica Amministrazione, riducendo quelli che sono i fastidi dati dalle procedure burocratiche che è necessario seguire per ottenere i vari certificati.

Come Scrivere un’Autocertificazione Generica

Il fac simile di autocertificazione generica proposto in questa pagina è molto semplice.
Il documento è infatti diviso in due sezioni, nella prima bisogna inserire le informazioni personali del dichiarante e nella seconda i dati che si certificano. Trattandosi di un modello di autocertificazione generica, in questa parte bisogna dettagliatamente indicare cosa si vuole certificare.
Il documento si conclude poi con la firma del dichiarante.

Ricordiamo che sul sito sono disponibili diversi modelli specifici, che permettono di utilizzare l’autocertificazione in modo ancora più veloce.
Il consiglio è quello di usare i moduli specifici, se disponibili, in modo da semplificare l’operazione.

Marco Govino

Funzionario nella Pubblica Amministrazione. Ho creato questo sito per aiutare i cittadini che vogliono utilizzare uno strumento utile come l’autocertificazione nel modo giusto.

Scarica il Modello di Autocertificazione